Passiamo al livello successivo: preparare la valigia.  Ma quale modello?

Rigida, semirigida, 2 ruote o 4 ruote?

Io preferisco il modello a  4 ruote perchè molto più pratica da trasportare! Ho una valigia rigida con due vani separati, comoda per dividere meglio i capi all'interno.

 

CONSIGLIO: comprate una valigia con TSA, obbligatoria per i viaggi in USA. La TSA (Transport Security Administration) è un'agenzia governativa americana che ha il compito di controllare la sicurezza negli aeroporti. Gli agenti TSA sono autorizzati ad aprire qualsiasi bagaglio, quindi se avrete un lucchetto o valigia TSA, non correrete rischi di danni alla stessa. In caso contrario l'apertura sarà forzata.


Puoi usare 2 metodi per mettere i capi in valigia: arrotolandoli seguendo il metodo di Marie Kondo, guru dell'arte del riordino oppure utilizzando gli organizer da viaggio.

 

Io sono fan del primo. Non conoscevo Marie Kondo quando ho usato questo metodo per la prima volta.

Ho visto un suo video su un blog di mamme molto tempo dopo, ma io mi ero lasciata ispirare da una torta di pannolini mentre preparavo le valigie per il nostro viaggio a Capo Verde.

Alessandro aveva 17 mesi e non aveva diritto al suo bagaglio, quindi dovevo utilizzare due valigie per tre passeggeri e metterci dentro i pannolini. Così ho cominciato ad arrotolarli e poi ho finito con l'arrotolare tutti i nostri vestiti, maglie e pantaloni!

 

Se prendete dimestichezza con questo metodo, arrotolerete anche i capi nei vostri cassetti. In questo modo occupano meno spazio e sono ordinati, si sgualciscono meno e potrete individuare subito quello che vi occorre.

 

COME EVITARE CHE LA COMPAGNIA PERDA IL BAGAGLIO

Qual è il secondo incubo di un viaggiatore ( dopo il cattivo meteo )? IL BAGAGLIO SMARRITO!

 

Potete fare qualcosa per evitare che questo accada:

- mettete sempre un'etichetta identificativa con NOME, COGNOME, NUMERO DI TELEFONO ( con prefisso internazionale ) , DESTINAZIONE;

- all'interno del bagaglio inserisci un foglio con gli stessi dati ed eventualmente l'itinerario di viaggio ( utile in caso l'etichetta esterna andasse persa e se al lost&found aprissero il bagaglio)

- proteggete il bagaglio con un rivestimento ( direttamente in aeroporto );

- investite in un bagaglio di qualità con cerniere resistenti ;

- mettete un lucchetto (TSA se viaggi negli Stati Uniti) per proteggere il contenuto ma non lasciate all'interno oggetti di valore e chiavi;

 

Un altro consiglio utile è quello di mischiare il contenuto delle valigie, in modo tale che se una andasse persa, potete affrontare almeno la prima parte del viaggio perchè tutti avrete dei cambi a disposizione nell'altra.

Ormai non preparo più una valigia per ciascuno, ma in ognuna cerco di mettere 3/4 cambi per persona. Scelgo gli outfit e li divido nelle nostre 3 valigie. Così partiamo più sereni e non entriamo nel panico di non avere nulla da mettere in caso di lost luggage!

 

Non ti resta che stampare le carte d'imbarco e partire. Buon viaggio!

Download
CHECK LIST VALIGIA
Hai preso tutto? Controlla la check list del bagaglio smart!
check list valigia.pdf
Documento Adobe Acrobat 49.7 KB
Download
CHECK LIST BABY
La check list per il bagaglio del baby viaggiatore
Check List Baby.pdf
Documento Adobe Acrobat 45.2 KB
Commenti: 8
  • #8

    Dani (mercoledì, 21 febbraio 2018 11:36)

    Da quando l'ho scoperto, metodo Marie Kondo tutta la vita!!!

  • #7

    Chiara (martedì, 20 febbraio 2018 15:27)

    Io mi sono trovata molto bene con i sacchi sottovuoto, riesco a portare un sacco di roba

  • #6

    maria (mercoledì, 14 febbraio 2018 16:59)

    Non ho bambini quindi la valigia è tutta per me quando viaggio da sola. Devo dire però che da quando ho visto in tv che arrotolavano i vestiti, beh! , dopo vari tentativi e prove cerco mi serve sempre meno spazio e i miei bagagli diventano sempre più piccoli.

  • #5

    Giulia M. (sabato, 10 febbraio 2018 15:06)

    Un controllo valigia è sempre utile! Io di solito mi trovo bene facendo le cose a modo mio, ma il metodo Marie Kondo ha un suo perché ^^ Concordo poi in toto con il fatto di rendere la valigia il più riconoscibile e "blindata" possibile (oltre a non mettervi oggetti preziosi): magari non servirà a fartela riavere, ma almeno sarai certa di aver fatto tutto il possibile da parte tua!

  • #4

    Michela (venerdì, 26 gennaio 2018 14:41)

    Consigli utilissimi soprattutto per l'evenienza di smarrimento bagagli!

  • #3

    Giulia (domenica, 14 gennaio 2018 11:55)

    Ottima idea, quella di scrivere tutti i tuoi consigli sulle valigie! È fantastico che abbia voluto condividere quello che sai: davvero un BUON lavoro!
    Grazie!

  • #2

    Sandra (venerdì, 12 gennaio 2018 13:19)

    Molto interessante questo post, ci sono delle cosine a cui non avevo pensato. Io sono un'altra patita di bagagli e strategie per viaggiare senza ansia di perdersi pezzi in giro...
    Visto che la mia valigia non è arrivata a Pechino e ho dovuto improvvisare, oppure quando ci hanno fatto perdere l'aereo a Delhi e non hanno sdoganato le valigie... insomma bisogna ingegnarsi!

  • #1

    drinkfromlife (venerdì, 05 gennaio 2018 18:40)

    Un post super utile, da consultare prima di fare le valigie :)