Maldive con bambini, il paradiso formato famiglia

Articolo scritto con il contributo di Daniela di NOI CON LE VALIGIE, Stefania di PIEDINI IN VIAGGIO e Cristina di FOLLETTI IN VIAGGIO

Una leggenda islamica narra che Dio, accortosi della bellezza del mondo, pianse. Le sue lacrime divennero questo paradiso in terra chiamato Maldive.

Non serve aggiungere altro: questo spettacolo della natura ti toglie il fiato e le parole per le sue acque turchesi, il reef, gli acquari naturali, i colori dei tramonti.

Una bellezza unica che resta impressa nella memoria.

Il viaggio da sogno alle Maldive comincia  in volo, da dove si possono ammirare queste gocce di sabbia bianca, lambite dall'oceano Indiano con le sue infinite sfumature di blu.

Io sono particolarmente legata a questa destinazione perché mio figlio Alessandro è MADE WITH LOVE IN MALDIVES ed un giorno mi piacerebbe portarlo in questo posto dove il nostro amore ha avuto inizio!

 

le maldive sono adatte alle famiglie?

Assolutamente si!

E' una meta ideale per i bambini e per le famiglie che cercano il relax assoluto, per trascorrere le giornate sulla sabbia fine e bianca (che non scotta mai!) e nelle acque cristalline della laguna.

 

Ho chiesto alle colleghe blogger Daniela, Stefania e Cristina di raccontare le loro esperienze di viaggi alle Maldive con i loro bambini. Curiosi di leggerle?

 


alle maldive con “Noi con le valigie”

Lorenzo, 14 mesi alle Maldive
Lorenzo, 14 mesi alle Maldive
Maldive… spiagge mozzafiato, mare dai colori spettacolari, relax e vita sottomarina che lascia a bocca aperta.
Una meta da sogno… ma sarà adatta alle famiglie con bambini?
Noi ci possiamo definire “malati di Maldive” abbiamo avuto numerose esperienze in questa meta, molte con nostro figlio, che ci è stato per la prima volta a quattordici mesi e ora che ha nove anni conta sul passaporto già nove timbri maldiviani. Quindi, con un po’ di esperienza alle spalle possiamo dire...Maldive per bambini? Assolutamente sì!
Alle Maldive ci sono molto meno pericoli di quelli che tutti noi affrontiamo nella nostra vita quotidiana. Le isole sono spesso molto piccole, niente auto, niente strade, si cammina a piedi scalzi per tutta la vacanza. La sabbia, essendo di origine corallina, non scotta e così non rischia di abbrustolire le piante dei piedi dei nostri piccoli.
È frequente la presenza di una laguna, dove l'acqua non supera il metro, senza correnti forti e con mare calmo. Il bagnetto può quindi essere fatto in sicurezza anche dai più piccoli, quasi come se si nuotasse in una piscina riscaldata, visto che l'acqua ha una temperatura intorno ai ventinove gradi.
Con i bambini un po’ più grandi si può anche iniziare a scoprire il mondo sottomarino. Soprattutto se si sceglie un’isola con reef vicino alla spiaggia, sarà possibile mostrare pesci, coralli, squaletti utilizzando un visore o una piccola maschera con boccaglio.

La nona volta di Lorenzo alle Maldive
La nona volta di Lorenzo alle Maldive
Il sole scotta alle Maldive, bisogna quindi proteggersi per bene, con una buona crema solare ad alta protezione e resistente all’acqua, occhiali dal sole, cappello o bandana ed eventualmente magliette anti UV.
I maldiviani e in generale il personale sulle isole hanno sempre un occhio di riguardo per le esigenze dei bambini, che sono accolti e coccolati in maniera molto calorosa.
Se si è frenati dal timore che i bambini si possano ammalare durante la vacanza e non si può raggiungere facilmente un ospedale, bisogna ricordare che in molti resort è presente un medico. Difficilmente si tratterà di un pediatra ma potrà in ogni caso aiutare nell'eventualità di piccoli problemi di salute. A noi è successo, niente di grave per fortuna, ma la presenza del dottore è stata molto utile e risolutiva.
Il viaggio per raggiungere questa meta è un po’ lungo e, oltre al volo intercontinentale, prevede un trasferimento successivo con barca, idrovolante o volo interno, ma vi garantiamo con la nostra esperienza che facciamo più fatica noi adulti ad adattarci allo spostamento di quanta ne facciano i nostri piccoli accompagnatori.
Quindi le Maldive secondo noi sono una meta perfetta per tutte le età, per un viaggio da soli, in coppia e anche in famiglia… provare per credere!

 

Leggi i racconti di Dani e i consigli sulle Maldive su NOI CON LE VALIGIE


In GuestHouse con “Piedini in Viaggio”

Giovanni e Giulia, piedini in viaggio alle Maldive
Giovanni e Giulia, piedini in viaggio alle Maldive

Siamo stati alle Maldive quando i miei bimbi avevano esattamente 18 mesi il piccolo Giovanni e Giulia aveva 3 anni e mezzo.

Ho sempre avuto il pallino delle Maldive e abbiamo deciso di realizzare questo sogno, regalandoci 9 notti in un atollo soggiornando in Guesthouse.
Come tutti i nostri viaggi è stato un viaggio low cost (se teniamo conto della meta) e interamente fai da te. Ho cercato tanto in rete e mi sono affidata ad una piccola ma ben recensita Guesthouse, nell'atollo di Ari sud e siamo stati davvero coccolati e riveriti. Le Maldive, a mio avviso, e come le abbiamo vissute noi, sono assolutamente una meta kids friendly! l'unico aspetto un pò meno rilassante se devo esser sincera è stato il volo, poichè abbastanza lungo per i miei piccoletti, che però devo dire se la sono cavata alla grande anche perchè hanno praticamente sempre dormito!

Il nostro viaggio alle Maldive è stato caratterizzato (e lo abbiamo fortemente voluto) dal vivere a stretto contatto con la popolazione, abbiamo fatto amicizia con i bimbi che giocavano per i vicoli di questa piccola isola di pescatori, abbiamo chiacchierato con gli ospiti della Guesthouse e abbiamo fatto le escursioni in completa sicurezza con i tempi dei nostri bimbi. Abbiamo scelto questa formula in Guesthouse in primis per il fatto di essere molto più accessibile economicamente (in 3 paganti più un neonato) e in secondo luogo perchè non siamo tipi da resort e lusso. Abbiamo trovato quindi il nostro giusto mix e posso sicuramente affermare che le Maldive (in Guesthouse nel nostro caso) sono assolutamente un viaggio kids friendly!!

Perchè? ve lo spiego in 5 punti:

 

  1. Per il mare spettacolare che troverete. Un mare caldo e calmo, con tantissimi pesciolini colorati da vedere anche solo passeggiando in acqua. Pur non facendo snorkeling, abbiamo avuto la possibilità di ammirare pesciolini e coralli ai nostri piedi.
  2. Per la popolazione. Gentile e sempre pronta con un sorriso, un aiuto, una chiacchiera. Nei 10 gg passati sull'isola eravamo credo l'unica famiglia con bimbi piccoli stranieri. I nostri erano gli unici bimbetti turisti a giocare con loro e ci hanno accolto sempre a braccia aperte.
  3. Per staccare la spina con tutto. Volutamente non abbiamo portato neanche i giochi da spiaggia per i bimbi. Abbiamo imparato a giocare rincorrendo i granchietti in spiaggia, con i legnetti a scrivere sulla sabbia e a raccogliere le conchiglie.
  4. Per riscoprire i ritmi della natura. Una vacanza in una piccola isola di pescatori ci ha fatto scoprire com'è semplice la loro vita. Dopo il tramonto, le luci per le strade sono veramente poche e tutto o quasi si ferma. Abbiamo seguito la natura ed è stato un bellissimo insegnamento anche per i nostri bimbi.
  5. Per far capire ai nostri figli che la semplicità è alla base di tutto. Vivere in un'isola di pescatori ci ha dato molto a livello umano, contatti che tutt'ora sono rimasti e ricordi indelebili di un posto da favola dove per 10 giorni il tempo si è davvero fermato.

Leggi i racconti di Stefania su PIEDINI IN VIAGGIO


in resort con "folletti in viaggio"

Nel nostro immaginario le isole Maldive sono sempre state una destinazione da coppia. Le
avevamo messe come meta di un’ipotetica lista nozze…ma quando poi ci siamo sposati
abbiamo scelto un viaggio diverso!
Quest’anno, complice la voglia di mare ed il nostro bimbo 2enne da gestire…abbiamo
rinunciato ai nostri classici on-the-road a favore di una settimana di relax in questo
paradiso incontaminato.
La scelta è stata per noi alternativa, abituati da sempre a viaggi girovaghi abbiamo deciso di provare una struttura diversa, anche per gestire meglio il nostro piccolo e le sue esigenze ed abbiamo quindi scelto un villaggio all-inclusive.
Non scorderò mai l’impatto visivo dal finestrino dell’aereo. Queste chiazze verdi in mezzo al mare azzurro. Delle isole meravigliose, da togliere il fiato.

Ci accoglie un clima caldissimo e molta umidità, ma è la prima settimana di agosto e ce lo aspettavamo!
La nostra struttura, il villaggio Bravo Alimathà, è bellissima, ricca di palme e fiori e molto accogliente. Il nostro bungalow stupendo, rinnovato di recente e fronte mare.
Uscire dalla camera ed immergersi in acqua sulla barriera di fronte non ha prezzo.
Murene, aquile di mare, razze, squali, pesci di ogni colore e tipo a portata di “piede” perché l’acqua è talmente bassa che non occorre quasi nuotare, basta camminare.

Per i piccoli è impagabile lo stare sempre scalzi e correre ovunque senza pericoli. I pesci
sono tenuti sotto controllo senza destare alcuna preoccupazione ( anche gli squali!), l’unica cosa da tenere in considerazione è magari l’uso delle scarpette in prossimità della barriera corallina, la sabbia è corallina e ci sono pezzi grossi di corallo che risultano taglienti.
Lo snorkeling si può fare in tutta l’isola che è molto popolata di pesci e mammiferi, uno
spasso per i bimbi. La biologa marina a nostra disposizione poi, ha incuriosito tantissimo i
più piccoli con storie e leggende sui pesci tropicali.
Un torneo sportivo al giorno, giochi in spiaggia, snorkeling diurno e notturno…un’isola
indimenticabile! Anche gli spettacoli serali sono stati davvero carini!
La ristorazione è ottima ed anche per i bambini non c’è problema! Altra nota positiva…il medico! Sembra impossibile ma anche in vacanza può servire!
Un peccato…ma è già ora di tornare…la barca corre veloce, il mare è calmo, ci salutano i delfini ed una tartaruga venuta in superficie a respirare…una meraviglia!
Torneremo sicuramente in questo posto fantastico dai mille colori e dagli abitanti gentili ecordiali…intanto pianifichiamo il prossimo viaggio e sogniamo!

Leggi i racconti di Cristina su FOLLETTI IN VIAGGIO


 

Daniela, Stefania e Cristina hanno condiviso le loro meravigliose esperienze: chi ha scelto il resort e chi le guesthouse ma tutte e tre concordano sul fatto che le Maldive siano una destinazione ideale per le famiglie.

Il mare cristallino sempre basso, adatto ai più piccoli, pieno di pesci colorati come in un grande acquario naturale, la sabbia borotalco che non scotta mai e l'ombra delle palme sono gli ingredienti di questo viaggio perfetto in totale relax, dove godersi il tempo in famiglia.

Non resta che smettere di sognare e volare in queste isole da sogno!

 

Commenti: 3
  • #3

    Anna (giovedì, 27 dicembre 2018 10:24)

    Questo articolo mi fa venire troppa voglia di partire per una bella vacanza al caldo �

  • #2

    Dani (giovedì, 27 dicembre 2018 09:06)

    È stato un piacere poter raccontare le mie amate Maldive, un luogo che non si può spiegare, bisogna visitarlo �

  • #1

    Marta (venerdì, 21 dicembre 2018 23:10)

    Che paradiso! E pensare che ho considerato le Maldive poco adatte ai bambini invece basta scegliere il villaggio giusto e prendere coraggio per partire per questo luogo da sogno!