NEW YORK MARZO 2016 (viaggio con due-enne)

Una sera, mentre pensavamo alla prossima vacanza a Bayahibe, mio marito guardandomi mi chiede: "E se facessimo uno stop-over a New York?"

 

La mia risposta fu un SIIIIIIII e in una frazione di secondo prendo il PC e comincio a guardare i collegamenti aerei e a studiare il nostro viaggio.

 

New York è la prima tappa del nostro combinato USA+Caraibi targato Press Tours  e organizzato con la nostra agenzia di viaggio.

 

 

In partenza! Volo AZ608 per JFK
In partenza! Volo AZ608 per JFK

Una fresca domenica di marzo prendiamo il volo AZ608 FCO-JFK. E' il primo intercontinentale in cui Alessandro ha il suo posto quindi si prospetta un viaggio comodo.

Abbiamo preparato lo zainetto con i suoi giochi per tenerlo impegnato durante il volo (vedi i miei consigli per l'intrattenimento in volo ) e ci siamo informati anche sulla programmazione per bambini a bordo...CHE SALVEZZA, C'E' PEPPA PIG! Di certo non si annoierà!

 

Il volo durerà 9h45 con partenza alle ore 10:40 e arrivo alle 14:25. Mettiamoci comodi and HAVE A NICE FLIGHT!

L'A330 con cui viaggiamo ha una configurazione di posti 2-4-2, siamo seduti nella fila centrale quindi stavolta niente vista finestrino. L'aereo è nuovo, pulito, le toilette hanno il fasciatoio e sono piuttosto spaziose (ci entriamo in 3!) 

 

Per i bambini è previsto in regalo una pochette con piccolo album da colorare, pastelli e un puzzle Italian Style (vespa, gelato...).

 

Con noi viaggia sempre Dodò, il coniglietto-nanna di Alessandro. Anche lui mette la cintura di sicurezza!

Alessandro adora il rullaggio ed il decollo, ad ogni nostra partenza si sente la sua risata in tutto l'aeromobile!

 

Il volo procede bene, Alessandro ha dormito, guardato Peppa in loop e giocato ma purtroppo non ha pranzato, non c'era la segnalazione CHILD per il pasto e quello da adulti non era tra i suoi preferiti. Niente di grave, abbiamo risolto con pane e i dessert. Ci rifaremo a NY!

A 3h dall'arrivo, Alessandro comincia a chiedere quando arriviamo. Ci facciamo un giretto per l'aereo e poi coloriamo un po'.

 

Arrivo previsto a NY puntuale: mentre atterriamo dalla landscape camera vediamo tutto bianco...temiamo sia neve  (fino a 48h prima New York era imbiancata) ma in realtà è solo effetto della luce!

Arrivati al JFK godiamo della priorità grazie al bambino!

 

Saltiamo la fila per il controllo passaporti (ci sono l'equivalente di 3 voli in fila!!), recuperiamo bagagli e passeggino e usciamo dal terminal, dove ci aspetta l'autista dell'hotel con una bella e spaziosa Chevrolet Suburban nera: destinazione Manhattan!

 

Il nostro hotel si trova a pochi blocchi dalla 5th Avenue, l'AFFINIA FIFTY, sulla 50th: dietro le grandi porte in vetro ci accoglie sorridente il portiere con cappello che scherza e gioca con Alessandro mentre facciamo il check in.

La nostra camera ha una bella vista sulla 3rd Avenue, ha 2 letti ed è spaziosa: abbiamo 3 valigie ed un passeggino e riusciamo a muoverci tranquillamente. In lontananza sentiamo le sirene...il sottofondo di New York... è come nei film! Ne siamo già innamorati!

DAY 1: MIDTOWN E UPPER WEST SIDE

Primo giorno a NEW YORK!

Complice il jet lag di Alessandro, siamo svegli dalle 5:30. Con calma (molta calma) ci prepariamo per la colazione  e studiamo l'itinerario della giornata...il programma è bello denso!

 

Facciamo un salto al supermarket 24/7 sulla Lexington per acquistare snack e bevande e poi ci dirigiamo verso la Fifth Avenue. Lungo il percorso non mancano alcune immagini iconiche: i fumi che salgono dai tombini, i taxi gialli, il camion della Coca Cola, le moto della NYPD, i grossi trucks, la gente che passeggia con i bicchieri di Starbucks...e i grattacieli... New York la vedi con il naso all'insù!

 

Arriviamo sulla Fifth Avenue che dista 4 isolati dal nostro hotel. Sbuchiamo dietro la magnifica St. Patrick's Cathedral in stile neogotico, che purtroppo non possiamo visitare a causa di una celebrazione.

 

Proseguiamo verso Rockfeller Center con il suo icerink e la statua di Prometeo e le bandiere degli stati delle Nazioni Unite e degli Stati Uniti che sventolano tutte intorno. 

Per gli amanti dei Lego,grandi e piccini, assolutamente da non perdeRE il Lego Store a Rockfeller Plaza!

 

Next stop: TOP OF THE ROCK OBSERVATION DECK!

Abbiamo acquistato on line dall'Italia il Citypass per 2 adulti (Alessandro ha 2 anni e non paga) che comprende l'accesso a 6 attrazioni: Empire State Building, Top of the Rock o Guggenheim Museum, American Museum of Natural History , MOMA, Statua della Libertà ed Ellis Island o Crociera Circus Line e 9/11 Memorial o Intrepid Sea, Air and Space Museum.  

Alla prima attrazione che si visita convertono il voucher elettronico in carnet da presentare direttamente alle biglietterie o chioschi e convertire in ticket. Il Citypass vi consente di risparmiare denaro (-42%) e tempo perché molte attrazioni hanno biglietteria dedicata.

 

Prendiamo l'ascensore che ci porta al 70° piano all'Observation Deck: da qui godiamo della vista mozzafiato di New York a 360° su Central Park e sulla città. L'Empire si staglia davanti a noi ed è quasi magico. 

Facciamo un giro a Rockfeller Center e ritorniamo sulla Fifth

Alessandro si è addormentato nel passeggino quindi ne approfittiamo per una bella camminata (sportiva) lungo la via simbolo della New York ricca. 

Negozi di lusso, alberghi , la Trump Tower e imperdibile per una donna...l'iconico Tiffany!

 

Siamo diretti a Central Park con l'idea di far giocare Alessandro in un playground ma continua dormire, allora ci fermiamo per un pit stop dopo il primo chilometro in passeggino.

Ci affacciamo sul laghetto di Gapstow Bridge  con vista sul Plaza Hotel, l'albergo di "Mamma ho perso l'aereo!". Gli scoiattolini ci giocano intorno, l'aria è frizzante ma il sole quasi primaverile ci scalda. Che atmosfera piacevole!

Breve sosta al Strawberry Field con il mosaico IMAGINE di John Lennon e si riparte!

Dopo altri 2km a piedi arriviamo al AMNH (American Museum of Natural History). Lungo la strada e davanti all'ingresso del museo sono parcheggiati i simpaticissimi School bus gialli!

 

Entriamo nel museo ed Alessandro rimane colpito dall'imponente scheletro di Barosauro  situato nella hall dedicata a Teddy Roosvelt.

Il tour prosegue nelle varie sale dove sono stati ricostruiti habitat di mammiferi africani, asiatici e nordamericani.

La sala che ci ha più impressionati è la Hall of Ocean Life, con la riproduzione di una balenottera sospesa al centro. 

Immancabile la visita alla sala dei dinosauri con il T-rex! (scarica la mappa qui per preparare la visita)

 

Il museo è naturalmente child-friendly, frequentato dai bambini e dalle scolaresche.

Accessibile in passeggino, i bagni sono dotati di fasciatoio e al Food Court sono disponibili vari menu per soddisfare tutti i palati!

 

Dopo la visita siamo anche noi affamati ma scegliamo di pranzare fuori dal museo al Shake Shack... a New York non puoi perderti i suoi burgers e le patatine!

 

Dopo pranzo vogliamo ritornare in albergo ma ci questa volta ci spostiamo in macchina! Con l'app di UBER chiamiamo il primo autista disponibile che ci accompagna al nostro hotel. Servizio consigliato per muoversi nelle grandi città: scegli l'autista, hai il preventivo della corsa che sarà geolocalizzata (es puoi condividerla ), valuti l'autista e i servizi, paghi attraverso app (carta di credito o Paypal) e poi ricevi la fattura sul tuo account! 

 

Siamo riposati per riprendere il nostro giro nella Grande Mela.

E' buio e la città si illumina. Siamo diretti all'Empire State Building per ammirare lo skyline e le sue "blinding lights". 

L'edificio è in stile art déco, la sua cima è illuminata da luci policromatiche che si accendono (o spengono) dal tramonto (noi per esempio l'abbiamo vista l'8 marzo illuminata di rosa).

Anche l'interno è in stile art déco, decorato con marmi, placche di alluminio e foglie d'oro.

Gli ascensori che portano all'Observation Deck ti regalano uno spettacolo sul tetto, mentre ogni ad ogni secondo si sale di un piano.

Arrivati all'86° piano si apre davanti a noi LA CITTÀ DEI SOGNI, quelli regalati a chi viaggia, a chi resta, a chi torna in questo magnifico posto. Qui le parole non bastano a descrivere la vista ed i suoni...lascio a voi scoprirla e viverla!

Siamo vicinissimi al Flat Iron Building, il famosissimo edificio a forma di ferro da stiro ed a Eataly, dove ci fermiamo per una pizza (uguale a quella che fanno a Roma!).

 

Con l'app UBER chiamiamo il driver con destinazione Times Square: è il centro nevralgico della città, i neon pubblicitari e le insegne sugli edifici illuminano a giorno questa piazza dove sembra che non arrivi la notte. Siamo circondati da luci, turisti, negozi, pubblicità ... è come essere a teatro e Times Square è il palco dove NY si esibisce. 

Alessandro  monopolizza il selfie stick ed alla fine, dopo tanti scatti,  abbiamo un buon selfie di famiglia!

Ci dedichiamo allo shopping: d'obbligo il Disney Store (vuoi lasciarti sfuggire Minnie in versione Lady Liberty e Topolino con la tshirt I LOVE NY???), US Polo Assn.  , Forever 21, Levi's, Sephora...c'è l'imbarazzo della scelta!

 

La giornata è stata lunga e rientriamo in hotel, con gli occhi e il cuore colmi di emozioni.