Weekend a Londra con bambini

novembre 2019

Cosa vedere a Londra in due giorni?

Ecco il nostro itinerario per visitare Londra in 48h e non perdere le principali attrazioni.

Il tempo per visitare una città non sarà mai sufficiente per esplorarla e scoprire tutte le sue bellezze in una sola volta. Avendo a disposizione un solo weekend ho studiato e preparato con attenzione l'itinerario, selezionado le attrazioni da vedere e studiando persino i trasferimenti della metro, per ottimizzare il più possibile il nostro tempo.

Pronti a scoprire il nostro programma? Let's go!

 

Il nostro volo Easyjet parte venerdì mattina da Roma FCO con destinazione London Gatwick. È la seconda volta che viaggiamo con questa compagnia che conferma gli ottimi servizi offerti (ha infatti vinto il premio SkyTrax 2019 come migliore compagnia lowcost). Abbiamo acquistato i voli con  tariffa con bagaglio a mano e senza posto assegnato. Tramite il check-in online qualche giorno prima ci sono stati assegnati automaticamente i posti tutti e 3 vicini sia all’andata che al ritorno. La politica di questa compagnia è di mettere vicino i membri della stessa famiglia tramite preassegnazione automatica, pertanto non è necessario acquistare i posti per stare vicini a meno che non abbiate precise preferenze. 

Per raggiungere Londra abbiamo scelto il GatwickExpress, treno diretto che collega l’aeroporto alla stazione di Victoria. Ho acquistato i biglietti su Get Your Guide (acquista il servizio a questo link) che offre la cancellazione gratuita fino a 24h prima. Il voucher acquistato su questo portale va convertito presso le biglietterie automatiche della stazione.

 

I voli EasyJet arrivano al North Terminal mentre i treni per Londra partono dal South Terminal. I due terminal sono collegati tra loro da una navetta shuttle gratuita che parte ogni 4 minuti circa.
In 30 minuti raggiungiamo la stazione di Victoria da dove poi prendiamo la tube per raggiungere il nostro hotel.
Per il nostro soggiorno londinese abbiamo scelto un hotel della Premier Inn, nota catena britannica presente non solo in Regno Unito ed Irlanda ma anche in Germania ed Emirati Arabi, che offre il soggiorno gratuito ai piccoli ospiti. Il nostro hotel si trova a Earl's Court, il Premier Inn Kensington (Earl's Court), in una zona incantevole ben servita dalla metropolitana. È un hotel molto semplice e basico, adatto a chi vuole vivere la città tutto il giorno e rientra per dormire (e si dorme benissimo!!!) e per la colazione .
Lasciate le valigie, partiamo alla scoperta di questa città che già brilla con le sue luci ed i suoi addobbi natalizi.

venerdì pomeriggio: Big ben, westminster, tower bridge

Come prima tappa del nostro itinerario scegliamo uno dei simboli di Londra, il Big Ben, la celebre torre con l'orologio che ha ispirato scrittori e pittori.

Con un po' di fantasia e polvere di stelle, immaginiamo di vedere Peter Pan in compagnia di Wendy, Gianni e Michele volare attorno alla torre. Nel film Disney i quattro si lanciano dalle lancette del Big Ben per raggiungere l'Isola Che Non C'è, inseguendo la seconda stella a destra.

Attualmente il Big Ben è in restauro fino al 2021, ma nonostante si pesenti "impacchettato", appare in tutta la sua maestosità disegnando il profilo, assieme all'House of Parliament, di questo fianco di Londra.

Camminiamo lungo Westminster Bridge per ammirare lo spettacolo attorno a noi: il Coca Cola London Eye colorato di rosso, le luci degli edifici che scintillano sulle acque del Tamigi, il maestoso House of Parliament. Riusciamo a vedere solo dall'esterno Westminster Abbey, l'immensa chiesa in stile gotico, sede delle incoronazioni dei sovrani d'Inghilterra.

Con la metro si spostiamo verso il Tower Bridge, costeggiamo la Tower of London e passeggiamo lungo il Tamigi, osservando il ponte illuminato che di sera toglie il fiato.

sabato: National gallery e trafalgar square, leicester square, piccadilly circus e regent street, Harrods

Il giorno seguente il programma prevede la visita alla National Gallery e ci dirigiamo quindi a Trafalgar Square, imponente piazza dedicata al ricordo della battaglia di Trafalgar. Al centro piazza svetta una colonna con la statua dell'ammiraglio Nelson che ha condotto l'Inghilterra alla vittoria.

L’ingresso alla National Gallery è gratuito, potete lasciare una donazione di 10£ alla fine della visita. 

Qui ci sono alcuni dei più grandi capolavori della pittura europea, come I Girasoli di Van Gogh, il Battesimo di Cristo di Piero della Francesca, le grandi Bagnanti di Cézanne, la Vergine delle Rocce di Leonardo da Vinci (qui trovate i must see così da preparare meglio la vostra visita).

Usciti dalla National Gallery ci fermiamo in Trafalgar Square dove è già allestito il Christmas Village. A piedi raggiungiamo Leicester Square dove ci aspetta un giro di shopping al Lego Store! A pochi passi si trova la suggestiva Chinatown : varchiamo la grande porta rossa e oro e ci catapultiamo in questa nuova realtà con le sue lanterne rosse e le vetrine dei negozi e dei ristoranti con le loro specialità.

Arriva il momento che aspettavo, il pranzo!

Abbiamo deciso di vivere l'esperienza gastronomica di uno dei ristoranti di Gordon Ramsey ed abbiamo scelto HEDDON STREET KITCHEN, che si trova a breve distanza da Piccadilly Circus, nell’omonima strada.

Nel ristorante si respira un’atmosfera easy, la location è molto bella ed il menu è davvero interessante! I bambini mangiano gratis e ricevono una box (Tilly’s Treat, dal nome della figlia di Ramsey) con colori e carte da colorare. Dato che qualche giorno prima è stato il compleanno di Alessandro, abbiamo chiesto una candelina da mettere sul suo dolce e hanno accolto con piacere questa richiesta .

Prenotate il vostro tavolo sul sito ufficiale, non sono necessarie carte di credito a garanzia ma dovete essere puntuali perché il tavolo dopo 30 minuti di ritardo viene liberato.
Con il sopraggiungere della pioggia decidiamo di visitare lo storico Hamleys, il negozio di giocattoli a Regent Street.Percorriamo i 7 piani e riusciamo ad uscire indenni da questo store che è il paradiso per i più puccoli!! Ogni piano ospita diversi temi e personaggi ed è un punto di incontro di sguardi emozionati di tantissimi bambini.
Sotto la pioggia raggiungiamo Piccadilly Circus, illuminata a giorno con i suoi maxi schermi e poi ci spostiamo in metro verso Harrods, dove un mastoso albero di Natale ci accoglie al suo ingresso.

 

domenica mattina: Green park, Buckingham Palace, Hyde PARK, cOVENT gARDEN

Domenica mattina Londra ci accoglie con un bellissimo sole, tempo perfetto per trascorrere la mattinata in uno dei parchi di Londra.
Usciti dalla stazione Green Park, percorriamo questo parco in direzione di Buckingham Palace ammirando le sfumature di verde e arancione dei suoi alberi.
In questa giornata sono previste delle parate ed altri eventi in occasione del Remembrance Day (11.11) per ricordare la fine del primo conflitto mondiale quindi l’area davanti al palazzo è off ed il cambio della guardia è annullato. Solitamente il cambio della guardia avviene il lunedì, il mercoledì, il venerdì e la domenica alle ore 11 (mentre d'estate ogni giorno) ma è utile consultare i siti per avere i programmi aggiornati (https://www.rct.uk/visit/the-state-rooms-buckingham-palace/highlights-of-buckingham-palace#/#changingguard).
Proseguiamo verso Hyde Park alla ricerca degli scoiattoli e concludiamo con una pausa attorno al lago (The Serpentine) tra papere e cigni. Se volete continuare le passeggiate nei parchi, visitate il contiguo Kensington Gardens (e cercate la statua di Peter Pan!)

Ci spostiamo verso Covent Garden, la famosa piazza che ospita l'omonimo mercato coperto. Covent Garden è una storpiatura di "Convent Garden": qui infatti, tra la fine del XII secolo e gli inizi del XIII, infatti, vi sorgeva l'orto di un convento. Nel 1540 diventò un mercato per poi trasformarsi ancora con l'arrivo di ristoranti e negozi. Ora si può fare shopping tra negozi di lusso e boutique e si possono ammirare le performance degli artisti di strada che fanno di Covent Garden il cuore artistico della città.

Rientriamo in hotel per recuperare le nostre valigie e ci prepariamo a lasciare questa città che ci ha fatto innamorare per la seconda volta️.

Visitarla con nostro figlio ha dato al viaggio un senso completamente diverso: i saltelli per Hyde Park, lo stupore davanti ai giochi di Hamleys , la bocca aperta per bere la pioggia ... ecco il lato meraviglioso dei viaggi con i bambini!


muoversi a londra

Oyster Card, Travel Card o Contactless?

Mi sono fidata di una mia cara amica che mi consigliato l'utilizzo delle carte di credito Contactless per pagare la metropolitana ed è stato davvero semplice!

È sufficiente avvicinare la carta (o il vostro smartphone con ApplePay/GooglePay) ai lettori dei cancelli per effettuare il pagamento. Bisogna naturalmente utilizzare la stessa carta in entrata ed in uscita.
Abbiamo pagato circa 8€ a testa al giorno ed il costo dei viaggi è lo stesso di quelli fatti con una Oyster Card.
Per approfondire l'argomento, vi invito a leggere l'articolo di Francesca Mum What Else che spiega in maniera molto dettagliata le differenze tra le varie card e vi suggerisce la più vantaggiosa in base al vostro viaggio!
Commenti: 0