DUBAI APRILE 2014: il primo viaggio!

La prima volta che ci hanno proposto Dubai per lo stop over del nostro viaggio alle Maldive ero piuttosto scettica. Mi dicevano che è “una città finta”, “una città nel deserto, ci sono solo ferro e sabbia”, “non c'è niente da vedere” ma ci siamo fidati del nostro agente di viaggio che ha girato mezzo mondo e non siamo rimasti affatto delusi!

 

Dubai è una città che lascia a bocca aperta, è la città dei record con la sua torre più alta del mondo (Burj Khalifa) e le fontane danzanti più alte del mondo (Dubai Fountains),  l’unico hotel al mondo a 7 stelle (Burj Al Arab), i lussuosi malls con le piste da sci o l’acquario più grande del mondo, le isole artificiali a forma di palma e mondo visibili dallo spazio…Dubai la ami o la odi…ed noi ce ne innamorammo a prima visita! E alla seconda...

 

La prima volta che siamo stati a Dubai, Alessandro era ancora un embrione ed io non sapevo di essere incinta.

Un anno dopo abbiamo scelto di tornarci come prima destinazione in 3. A maggio 2014 sarei tornata a lavoro e ci serviva una vacanza sia per rilassarci dopo i primi mesi di vita del bambino che per rientrare a lavoro carica e rigenerata!

 

Al momento del viaggio Alessandro ha 5 mesi circa. Primi vaccini fatti, passaporto ritirato da tempo, costumini e creme pronti:  il 9 aprile SI PARTE!

 

 

Partenza volo Emirates  EK96 da Roma, abbiamo scelto il volo notturno delle 22:05 e richiesto la culla.

E’ stato il battesimo del volo di Alessandro, avevamo qualche timore per come avremmo affrontato il viaggio e come avrebbe reagito lui…ed invece ha dormito tutto il tempo! 

 

Emirates è un’ottima compagnia e decisamente family-friendly: imbarco prioritario per famiglie (dopo First e Business) , sacca trasparente porta passeggino, omaggio di un kit contenente omogeneizzato alla frutta, cucchiaino e bavaglino, bustine per cambio pannolino, salviettine e crema idratante e copertina in pile con peluche (i Fly with me monster).

Il volo è piacevole e confortevole. Abbiamo i posti di fronte al bulkhead per la culla e c'è più spazio per le gambe. 

Alessandro dorme tutto il tempo nella sua comoda culla, lo tengo in braccio solo a decollo e atterraggio (con apposita cintura. In caso di turbolenze, staccano la culla ed il bimbo deve stare in braccio al genitore). 

Consigli per il primo viaggio con un neonato qui

 

 

In aereo (B777) le toilette sono dotate di fasciatoio. Le hostess sono disponibili per varie necessità e molto cortesi.

All’aeroporto di Dubai invece ci sono passeggini McLaren a disposizione per il trasporto nel terminal, ma noi abbiamo subito recuperato il nostro e le valigie e ci siamo diretti all’esterno.

Questa volta non abbiamo prenotato i transfer privati per l’hotel, i trasporti con taxi o ncc costano poco e quindi abbiamo chiesto un taxi per il primo hotel. Gli addetti all’aeroporto ci accompagnano verso la zona dei taxi per famiglie e ci riservano un van. Il taxi è guidato da una donna ed ha il tetto rosa (Ladies and Family Taxi). 

1° giorno: DOWNTOWN

Arriviamo al NOVOTEL DEIRA CITY CENTER, vicino all’aeroporto. Avendo richiesto l’early check-in prendiamo subito la camera, ci cambiamo e andiamo in piscina per rilassarci un po’ al sole.

Dopo pranzo ci spostiamo a Downtown sempre con taxi, un giro al Dubai Mall, al DUBAI AQUARIUM e una foto alle cascate  prima di andar fuori a vedere il Burj Khalifa e lo spettacolo delle fontane danzanti al tramonto: è meraviglioso vedere accedersi il Burj Khalifa mentre cala il sole e i getti d’acqua salgono in alto a ritmo di musica (e Andrea Bocelli  emoziona sempre!).

A cena ci fermiamo al ristorante Carluccio’s per una pizza, è molto buona e ci godiamo ancora lo spettacolo visto che si trova di fronte alle fontane. Per il piccolo nessun problema per i pasti, ancora non è svezzato!

2°- 5° giorno: JUMEIRAH

Lasciamo Deira per spostarci a Jumeirah, arriviamo all’HILTON DUBAI THE WALK direttamente sulla passeggiata di The Walk, un corso-lungomare pieno di ristoranti, hotel e boutique,  e dopo un check-in veloce entriamo in camera…che in realtà è un appartamento!

Abbiamo prenotato un KING DELUXE STUDIO WITH SEA VIEW di 60mq  e non manca niente: letto grande e culla per il piccolo, divani, angolo cottura e frigo, pentole (utilissime per sterilizzare ciucci e biberon) e la LAVASCIUGA!!!! Praticamente sono tornata a casa con i panni già puliti!

Dal balcone ci godiamo la vista della walk e del golfo!

L’Hilton ha diversi ristoranti e la cucina è di qualità, con assortimento di verdure e vari piatti, anche primi italiani.

Noi per comodità pranzavamo in hotel al CRAVE  (avevamo la mezza pensione a scelta tra pranzo e cena in tutti i ristoranti dell'Hilton): buffet ricco che spaziava dai diversi tipi di pane e pizze, verdure crude e cotte, primi piatti italiani e zuppe, pesce, carne  e poi frutta e dessert! I seggioloni a disposizione dei clienti sono i Tripp Trapp di Stokke (sempre puliti) e tutto lo staff è molto attento alle nostre richieste. 

 

Abbiamo accesso diretto alla spiaggia privata dell’hotel, lettini e ombrelloni disponibili anche in piscina o nel giardino. Il mare è piuttosto bello per essere un mare “urbano”.

Per cena ci spostiamo sulla walk di Jumeirah e la scelta dei ristoranti è ampia!

 

Dopo passeggiamo lungo il corso dove ci sono diverse boutique alla moda, The Beach con i suoi negozi e il cinema all'aperto sulla spiaggia (è un cinema silenzioso, ogni poltrona ha le sue cuffie!)

 

Le temperature ad aprile sono calde, a mezzogiorno arrivano già a 32° e quindi cerchiamo di spostarci all'ombra visto che per Alessandro è il primo sole ed il primo mare in assoluto! Abbiamo una buona protezione solare 50+ ma siamo comunque attenti.

La sera si sta bene, ci godiamo il tramonto ogni giorno in spiaggia e poi ci prepariamo per uscire.

 

Alessandro mantiene la regolarità che aveva a casa nelle sue attività sveglia-nanna. Incredibile come i bambini si adattino presto alla novità!

6° GIORNO: SI TORNA A CASA!

 

Il nostro volo è alle 15:25 e partiamo in mattinata dall'hotel.

Arriviamo in aeroporto e dopo i controlli (abbiamo sempre passaggi prioritari in quanto famiglia) ci facciamo un giro nell'aeroporto “deserto”: lo scalo di Dubai vive la notte a causa dei transiti mentre di giorno sembra un terminal fantasma a confronto!

 

Voliamo con l'A380, l'aereo passeggeri più grande del mondo: per noi è il terzo viaggio a bordo ma ogni volta ci stupisce! 

Il volo di rientro non è easy come l’andata…abbiamo i posti laterali accanto alle cucine, le hostess chiacchierano e fanno confusione e Alessandro, in più, è molto nervoso per i dentini che stanno per uscire. Dopo due ore e mezza di tentativi per calmarlo tra ciuccio, giri con il papà, seno e giochini finalmente crolla!

 

Questo primo viaggio è stato un test per capire il nostro approccio alla vacanza con neonato e per conoscere l’adattamento del piccolo ad una nuova organizzazione fuori casa.

Perché abbiamo scelto Dubai come prima meta in tre? Perché a Dubai non esiste essere secondi (lo stesso emiro afferma "Dubai will never settle for anything less than first place" --> Dubai non si classificherà mai al di sotto del primo posto), perché è una città che anela costantemente alla perfezione ed all'eccellenza, perché è audace, perché è sempre al top. 

 

Ecco, quello che voglio regalare a mio figlio è questa apertura, questa visione: che possa avere il coraggio di agire e di prendere le sue decisioni, di osare e di essere libero...ed andare lontano con le sue ali, ma con radici forti...

 

A presto Dubai!

TOP         ATTRACTIONS DUBAI

Places &   ENTERTAINMENT

  • Burj Khalifa: la torre più alta del mondo con i suoi 828m. E' possibile visitare l'osservatorio AT THE TOP of Burj Khalifa per godere il panorama della città (è consigliabile prenotare o acquistare la visita dal sito in anticipo).
  • Dubai Fountains: proprio sotto la torre, sono un sistema di fontane che lanciano verso l'alto getti di acqua fino a 150m a ritmo di musica araba e internazionale. Ispirate e costruite dalla compagnia che ha realizzato quellec del Bellagio a Las Vegas, le fontane danzante di Dubai sono naturalmente un'altra attrazione record della città.
  • Burj al Arab: l'hotel a 7 stelle con la sua inconfondibile sagoma a vela. 
  • Ski Dubai : se volete sciare in una pista indoor mentre fuori è caldo.
  • Jumeirah e The Walk: la spiaggia di Dubai, per un po' di relax e la passeggiata tra negozi, ristoranti e boutique (the place to be!)
  • The Atlantis: l'hotel da mille e una notte sulla Palma di Dubai. All'interno è possibile visitare l'acquario THE LOST CHAMBERS.
  • Miracle Garden: il miracoloso giardino nel deserto, con oltre milioni di fiori.
  • Legoland:   per gli amanti dei mattoncini, un parco a tema per trascorrere una giornata diversa (apertura 2016). 

SHOPPING

 

 

  • The Dubai Mall: sempre a Downtown vicino al Burj Khalifa, questo centro commerciale è il più grande del mondo per estensione e ospita 1200 negozi (prevalentemente luxury), il DUBAI AQUARIUM, una pista di pattinaggio, il KIDZANIA, SEGA REPUBLIC ed il simulatore di volo A380.
  • SUK, ovvero i mercati tradizionali : gold souk, spice souk, perfume souk, textile souk.

Commenti: 5
  • #5

    Valentina (sabato, 27 gennaio 2018 19:08)

    Dubai mi manca, dicono che sia da visitare assolutamente almeno una volta nella vita! Il tuo articolo me l'ha fatta scoprire un pò con mente e occhi�

  • #4

    Marina (venerdì, 12 gennaio 2018 18:22)

    Ah Dubai! Mammamia che voglia di tornarci che mi hai fatto venire!

  • #3

    Roberta (venerdì, 15 dicembre 2017 13:17)

    Non sono mai stata a Dubai. Magari ci andrò e leggere la tua esperienza ha rinforzato la mia voglia! Grazie

  • #2

    K AROUND THE WORLD (venerdì, 08 dicembre 2017 11:49)

    Bel racconto di viaggio, noi siamo stati a Febbraio e abbiamo fatto un salto anche a Adu Dhabi.
    Mi è piaciuto molto come viaggio !

  • #1

    Camilla (venerdì, 08 dicembre 2017 10:27)

    Che bei posti! Blog molto interessante, adoro queste mete!!